Come Preparare Fusilli con Zucchine e Tonno

Oggi voglio darvi una ricetta sana ma anche buonissima. Come avrete capito dal titolo del post si tratta di un primo piatto, all’apparenza molto conosciuto ma in realtà la mia ricetta ha un ingrediente sorpresa!

Ingredienti per 2 persone
160 gr di fusilli
2 Zucchine di grandezza media
sale rosa dell’Himalaya
curcuma
2 spicchi d’aglio
olio
prezzemolo
2 scatolette di tonno Nostromo basso in sale

Procedimento
Prendete le zucchine e privatele delle due estremità, dopo di ché procedete con un coltello seghettato alla pulizia della loro buccia grattando via solo la parte più superficiale. Ora procedete grattugiando le zucchine e lasciate da parte.
Mettete una pentola con abbondante acqua salata sul fuoco da potare ad ebollizione per cuocere i fusilli.
Prendete una padella e coprite il fondo con olio evo e mettetela su un fornello medio. Adagiate nell’olio caldo i 2 spicchid’aglio (privi dell’anima) e cospargete l’olio con la curcuma.

La quantità della curcuma è a nostro piacere perché ci regalerà un gusto speziato ma sempre delicato e inoltre dona un ai cibi che condisce il suo colore giallo ma la sua proprietà più importante è di essere un potente antinfiammatorio naturale.
Torniamo alla ricetta…
Inserite le zucchine grattugiate nella padella e fatele saltare per due minuti e poi salate e lasciate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti.
Nel mentre trattate il prezzemolo e quando avrete spento le zucchine sgranate il tonno Nostromo basso di sale. Scolate la pasta 2 minuti prima del tempo previsto di cottura e conservate due cucchiai di questa per metterli in padella e continuare la cottura della pasta.

Infine aggiungete il prezzemolo e un filo d’olio a crudo.

Come Preparare una Torta all’Arancia e Limone

Cari Amici, eccomi tornata con una ricetta buona e sana ma sopratutto golosissima

Ingredienti torta
140 gr di farina 0
140 gr di farina integrale
70 gr di zucchero integrale di canna
1 bustina di lievito per dolci
180 ml di spremuta di arance bionde
100 ml di olio di semi di mais
la scorza grattuggiata di un limone (non trattato)
la scorza grattuggiata di 2 arance ( non trattate)
120gr di yogurt di soia o di latte di capra bianco

Ingredienti glassa di copertura:
3 cucchiai di miele d’acacia
100 ml di spremuta di arance bionde

Utensili
ciotola capiente
mestolo in legno
bilancia
stampo per torte
carta forno

Procedimento:
Preparare questa torta è semplice,per l’impasto è sufficiente inserire nella ciotola tutti gli ingredienti nell’ordine in cui sono indicati qui sopra e mescolare il tutto con un cucchiaio in legno. L’impasto srà pronto quando sollevando il mestolo vi accorgerete che cola lentamente. A questo punto trasferite l’impasto nella vostra tortiera preferita foderata con carta forno. Il forno dev’essere preriscaldato, la cottura deve procedere a 180° per 45 minuti in modalità forno statico. Mentre la base cuoce, preparate la glassa. Basta mescolare il miele con la premuta d’arance e farla restringere a fiamma vivace in un tegame.
Una volta sfornata la torta, bucherellatela in superficie con una forchetta e cospargete la glassa.

Questo dolce è ottimo a colazione ma anche da servire come dessert dopo cena, vi assicuro che farete un figurone!

Come Preparare il Risotto alla Zucca e Formaggi

Il risotto alla zucca e formaggi è una ricetta davvero ottima per stupire tutti i tuoi ospiti. Il sapore dolce della zucca si fonde alla perfezione con il sapore intenso del parmigiano e del pecorino per creare un piatto adatto veramente anche ai palati più esigenti.

Per preparare il risotto per sei persone hai bisogno di
circa 400 g di riso
400 g di polpa di zucca
150 g di burro
50 g di parmigiano reggiano grattugiato
50 g di pecorino grattugiato meglio se stagionato
cipolla
prezzemolo
sale
pepe
brodo

Tritate la cipolla finemente e mettetela in una casseruola con 75 g di burro. Aggiungete la polpa della zucca tagliata a quadrati di piccole dimensioni. Versate qualche cucchiaio di brodo e aggiungete un pizzico di sale e di pepe. Mettete la casseruola sul fuoco lento e fate cuocere per circa una decina di minuti mescolando di tanto in tanto.

Passati dieci minuti aggiungete il riso direttamente nella casseruola. Mano a mano che il brodo scompare dalla casseruola aggiungetene altro sempre in modo molto graduale per far si che si arrivi alla fine della cottura del riso senza una goccia di brodo nel condimento.

Il riso dovrebbe impiegare circa 20 o 25 minuti prima di essere completamente cotto. A quel punto aggiungete il burro restante e mescolate sino a quando non si sarà completamente sciolto. Aggiungete anche il parmigiano e il pecorino e mescolate. Mettete il riso nei piatti e spruzzate ogni piatto con una manciata di prezzemolo tritato ed eventualmente anche con un altro parmigiano. Servite il piatto ancora caldo.

Come Preparare il Pesce Spada Impanato al Forno

Il pesce spada impanato al forno è un secondo piatto davvero semplice da preparare e adatto per tutta la famiglia. Per prepararlo avete bisogno di
pesce spada
pangrattato
olio
sale
pepe
limone
origano
prezzemolo tritato
parmigiano grattugiato

In piatto fondo mettete olio, un pizzico di sale e di pepe, il succo di mezzo limone, duce cucchiaini di origano, un pizzico di prezzemolo tritato e due cucchiai di parmigiano grattugiato. Mescolate gli ingredienti tra loro. In un altro piatto metti il pangrattato.

Prendi una fetta di pesce spada. Immergila nel condimento e dopo passala nel pan grattato. Mettila in una teglia e esegui lo stesso procedimento anche per le altre fette di pesce spada.

Aggiungi un’altro filo di olio sulle fette di pesce spada e metti la teglia in forno preriscaldato a 180° C per circa una ventina di minuti ricordandovi di girare le fette di pesce spada a metà cottura.

Come Preparare i Malloreddus

Bastano pochi ingredienti per preparare e gustare i malloreddus, la versione sarda degli gnocchi, una pasta corta, concava e rigata che raccoglie riccamente qualunque condimento. La ricetta è molto semplice e richiede solo un po’ di manualità per garantire un gran finale gustoso e piacevole.

Prima di scoprire come realizzare questo piatto regionale italiano tipico dell’isola dei nuraghi, vale la pena soffermarsi brevemente sul nome. Malloreddus in sardo campidanese, cioè della zona centrale e meridionale dell’isola, è il diminutivo di malloru che vuol dire toro, perciò questi gnocchetti nell’immaginario enogastronomico sono grassi e succulenti come dei torelli o dei vitellini.

La preparazione parte da ingredienti poveri e tradizionali: semola di grano duro, acqua e sale. In alcune versioni originarie della ricetta veniva aggiunta una presa di zafferano all’impasto per donare un colore dorato e un tocco di sapore in più.

Il rapporto tra acqua e semola dipende da una serie di fattori, perciò in parte è necessario affidarsi al proprio istinto ed esperienza, ma orientativamente 200 g d’acqua permettono di impastare circa 400 g farina.

Iniziate scaldando l’acqua e sciogliendovi dentro circa un cucchiaino di sale, formate, poi, una fontana con la semola e versate un po’ alla volta nel buco centrale la soluzione di acqua e sale (ed eventualmente zafferano, se decidete di usarlo).

Cominciate a mescolare gli ingredienti e quando l’impasto diventa omogeneo lavoratelo fino a farlo diventare liscio e sodo; lasciatelo riposare avvolto in uno strofinaccio per circa mezz’ora.

Dopo, staccatene dei pezzi e formate dei cordoncini del diametro di pressappoco mezzo centimetro modellandoli coi palmi delle mani; infine, tagliate dei pezzetti di circa due centimetri e passateli su una chitarrina o sui rebbi di una forchetta facendoli arrotolare su stessi.

Per quanto riguarda il condimento il grande classico da provare è il ragù alla campidanese a base di pezzetti di salsiccia sarda, soffritti nella cipolla imbiondita e cotti nella salsa di pomodoro per circa un’ora con l’aggiunta finale di zafferano e pecorino grattugiato.